Logo

Monografia di Lajos Detari

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

LAJOS DETARI

 

Nato a: Budapest (Ungheria) il 24/04/1963.

Ruolo: interno di punta.

Esordio nel Bologna: 05/09/1990 in Bologna-Reggiana 4-1 (andata secondo turno eliminatorio Coppa Italia 1990/91).

Stagioni nel Bologna:1990/91 - 1991/1992 [2], una in serie A e una in serie B.

Presenze e reti in Nazionale (Ungheria): 63 presenze e 13 reti (10 presenze e 0 reti militando nel Bologna).

Palmares nel Bologna:1 retrocessione in serie B.

Soprannomi: Divino, Magico magiaro.

Numero di maglia: 10

 

Acquistato dal Bologna nell'estate 1990 dall'Olympiakose ceduto all'Ancona nel'estate 1992.

Ungherese, scuola danubiana, titolare indiscusso in patria (con la maglia numero 10, chiaro) nella nazionale magiara, ha il telecomando nei piedi, fa passaggi con il contagiri ed ha un tiro secco e preciso, soprattutto su punizione. E' tra le mezzepunte più dotate, da un punto di vista squisitamente tecnico, a cavallo tra gli anni '80 e '90.
Purtroppo è un tipo estroso, ma anche indolente e con atteggiamenti da primadonna che non facilitano il suo inserimento in un campionato complicato come la serie A italiana. Però in quello sciagurato Bologna 1990/91, finché non è costretto a fermarsi per un grave infortunio al ginocchio, tiene su la baracca quasi da solo, inventando ottime giocate e andato anche a segno con gol spettacolari (come ad esempio il gol alla Sampdoria in sforbiciata o quello in coppa UEFA all'Hearts of Midlothians con uno splendido controllo seguito da un dribbling al portiere).
Anche la stagione seguente, in serie B, si ripete lo stesso copione dell'anno precedente, col Bologna in corsa per la promozione finché un altro infortunio non toglie di mezzo il "Divino" nel finale di stagione, costringendo i rossoblu ad acchiappare la salvezza alla penultima giornata pareggiando in casa con l'Ancona (che festeggia così la promozione in A).
Amatissimo dalla curva (che gli dedica un coro sull'aria della sigla degli "Addams") ma molto meno da giornalisti e addetti ai lavori, anche a causa di "sparate" come quella che fece in sala stampa dopo un Messina-Bologna in cui, infastidito per le critiche ricevute per avere sbagliato un gol a porta vuota, dichiarò di averlo fatto apposta perché i compagni non gli passavano abbastanza il pallone!
Comunque, nonostante tutto, quando gli gira è una gioia per gli occhi vedere cosa combina col pallone tra i piedi, e per chi segue il Bologna in quel periodo (uno dei più bui della sua storia) ammirare le giocate di Lajos è una delle pochissime ragioni per cui si può pagare il biglietto d'ingresso allo stadio Dall'Ara.

 

STAGIONI

CAMPIONATO

COPPA ITALIA

COPPA INTERTOTO

COPPA UEFA

 

Presenze

Reti

Presenze

Reti

Presenze

Reti

Presenze

Reti

1990-91 (A)

15

5

2

0

-

-

3

1

1991-92 (B)

27

9

2

1

-

-

-

-

         

TOTALI

42

14

4

1

-

-

3

1

TOTALE GENERALE

Presenze: 49 - Reti: 16

© Federossoblu Web Site. Tutti i diritti riservati.

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies.

Privacy Policy