Menu
Presentazione di Verona-Bologna (13g 17-18)

Presentazione di Verona-Bologna (13…

Il Bologna è atteso del p...

Presentazione di Bologna-Crotone (12^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Crotone (1…

Arriva il Crotone, dopo l...

I convocati per Roma-Bologna

I convocati per Roma-Bologna

Per l'incontro di domani ...

Presentazione di Roma-Bologna (11^g 17-18)

Presentazione di Roma-Bologna (11^g…

Prima la Lazio in casa po...

I convocati per Bologna-Lazio.

I convocati per Bologna-Lazio.

Per l'incontro di domani ...

Presentazione di Bologna-Lazio (10^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Lazio (10^…

Arriva la Lazio al Dall'A...

I convocati per Atalanta-Bologna.

I convocati per Atalanta-Bologna.

Per l'incontro di domani ...

Presentazione di Atalanta-Bologna (9^g 17-18)

Presentazione di Atalanta-Bologna (…

C’è l’Atalanta sul cammin...

I convocati per Bologna-Spal.

I convocati per Bologna-Spal.

Per la gara di domani con...

Comunicato di Joey Saputo.

Comunicato di Joey Saputo.

Le parole del Presidente ...

Prev Next

Monografia di Igor Kolyvanov

  • Scritto da mastri
Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 

IGOR KOLYVANOV

 

Nato a: Mosca (Russia) il 03/06/1968.

Ruolo: centravanti, ala.

Esordio nel Bologna: 08/09/1996 in Bologna-Lazio 1-0 (1^ giornata Serie A 1996/97).

Stagioni nel Bologna:1996/97 - 2000/2001 [5], tutte in serie A.

Presenze e reti in Nazionale (Russia): 59 presenze e 15 reti (14 presenze e 4 reti militando nel Bologna).

Palmares nel Bologna:1 Coppa Intertoto (1998/99), 1 qualificazione UEFA (1998/99).

Soprannomi: Zar, Kalashnikov.

Numero di maglia: 10 e 9.

 

Acquistato dal Bologna nell'estate 1996 dal Foggia, chiude la carriera nel Bologna.

Giocatore di grande tecnica (usava con maestria indifferentemente il destro e il sinistro), ottimo tiratore di calci piazzati (rigori, punizioni e corner), Kolyvanov è una seconda punta che nel Foggia di Zeman gioca soprattutto al servizio della squadra fornendo ottimi assist ai compagni, ma non andando oltre le 6 reti a campionato. Giunto a Bologna reduce da un pessimo Europeo 1996 con la Russia e da un campionato di serie B concluso con soli 4 gol segnati si rilancia nel modulo a tre punte di Ulivieri consacrandosi ottimo attaccante e diventando il capocannoniere della squadra rossoblu con 11 gol in campionato.

Igor non è velocissimo, anche se palla al piede riesce a seminare gli avversari in dribbling, non ha un fisico molto atletico e a volte si estrania dal gioco, però la sua tecnica eccelsa fa la differenza.

Diventa ben presto un beniamino del pubblico bolognese, così sensibile ai giocatori di classe, che ripaga fornendo ottime prestazioni, gol d'autore (come lo splendido tuffo di testa in Bologna - Roma che ricorda i gol di Pascutti o la botta di sinistro al volo in Verona - Bologna) e contribuendo ad un ottimo settimo posto finale. La stagione successiva (1997/98) vede l'arrivo in rossoblu di Baggio, e Igor (che gli cede con un bel gesto la maglia numero 10) rischia di essere messo in disparte, nonostante la grande stima di Ulivieri, il quale si oppone addirittura all'acquisto del fuoriclasse vicentino. All'inizio il Bologna stenta, ma una volta trovata la formula giusta per supportare tutti gli attaccanti a disposizione i rossoblu nel girone di ritorno inanellano una serie impressionante di risultati e conquistano ben 33 punti in 17 giornate qualificandosi per l'Intertoto.

Quel fantastico attacco prevede Kolyvanov seconda punta di sinistra, Andersson centravanti, Nervo ala destra e Baggio trequartista.

Anche il 1998/99 è una stagione positiva per Igor che trascina il Bologna alla vittoria della coppa Intertoto con 3 gol e insieme ad Andersson e Signori compone un trio d'attacco di notevole spessore che fa volare il Bologna di Mazzone.

Purtroppo nell'estate 1999 un'ernia del disco praticamente pone fine alla sua carriera, in quanto non si riprenderà più completamente e nei due campionati successivi disputerà solo 9 partite.

L'addio ai tifosi bolognesi avviene in un Bologna - Juventus del 17 maggio 2001, nel quale Igor entra in campo a 2 minuti dalla fine sul punteggio di 1 a 4 accolto dal coro che la curva abitualmente intonava per lui e dall'applauso di tutto il Dall'Ara.

 

STAGIONI

CAMPIONATO

COPPA ITALIA

COPPA INTERTOTO

COPPA UEFA

 

Presenze

Reti

Presenze

Reti

Presenze

Reti

Presenze

Reti

1996-97 (A)

27

11

4

1

-

-

-

-

1997-98 (A)

31

9

3

2

-

-

-

-

1998-99 (A)

20

6

5

1

6

3

6

1

1999-00 (A)

8

0

-

-

-

-

-

-

2000-01 (A)

1

0

-

-

-

-

-

-

         

TOTALI

87

26

12

4

6

3

6

1

TOTALE GENERALE

Presenze: 111 - Reti: 34

N.B.: in Coppa Italia è conteggiato anche lo spareggio UEFA 1998/99 in quanto spareggio 3°/4° posto di Coppa Italia.

Loghi e marchi nel sito sono dei rispettivi proprietari. Se ritenete che sia stato violato il Vs. Copyright, segnalatelo e, effettuate le necessarie verifiche, si provvedera' alla rimozione del materiale. Il Federossoblu non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza una periodicita' prestabilita. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies.

Privacy Policy