Menu
Calendario Bologna 2021-22

Calendario Bologna 2021-22

Da questa stagione il gir...

Ufficiale: Juwara al Boavista.

Ufficiale: Juwara al Boavista.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Giovanili: preso Viviani.

Giovanili: preso Viviani.

Il Bologna ha preso in pr...

Giovanili: preso Karlsson.

Giovanili: preso Karlsson.

Per le giovanili il Bolog...

Ufficiale: Bani al Genoa.

Ufficiale: Bani al Genoa.

Il Bologna ha ceduto il d...

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Il Bologna ha ceduto il c...

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Il Bologna ha comunicato ...

Prev Next

15^ giornata: Bologna-Atalanta 2-1.

  • Scritto da Kennet27
Valutazione attuale:  / 3

Boccata d'ossigeno.


Nella giornata dell'annunciato Grande Freddo polare che avrebbe dovuto portarci immediatamente nel clima natalizio, Bologna ed il Bologna si godono invece una bella giornata di sole ai limiti della primavera e tre bei puntoni che fanno morale ma soprattutto fanno da ossigeno ad una classifica piuttosto asfissiante.

Trascinatore autentico della squadra sopra ogni altro assolutamente El Ruso Perez. Non bollerà e non avrà i piedi gentilissimi ma quando è in forma e ne ha voglia da solo fa il centrocampo, rincorrendo, chiudendo, sbranando, pressando e anche masticando. El Ruso "No hai problema" Perez è tornato. Per il resto come sempre si dimostrano determinanti le fantasie erotiche di Alino e, in un giorno in cui Gilardino non è al massimo, la freschezza e la sfrontatezza del nostro RunningManolo Gabbiadini. Che poi, "nostro"... "nostro" fino a giugno. Che stress.
Ma andiamo in cronaca bevendo una tazza di cioccolata calda che risolve parecchi problemi.

Quindicesima giornata di Campionato; al Dall'Ara primaverile ecco arrivare l'Atalanta di Colantuono, squadra imprevedibile nel senso che può giocare benissimo o malissimo dipende dalle giornate. Soddisfatto per l'ottimo Borghetti appena consumato fuori dallo stadio, assisto con interesse la formazione mandata in campo da Pioli: in porta Agliardi, difesa a quattro con Motta e Cherubin sugli esterni e centrali i vichinghi Antonsson e Sorensen; centrocampo a 3 con El Ruso a uccidere, Tibo Guarente a prendere appunti ed il rientrante Taider a cercare una sua dimensione, davanti CapitanAlino ad inventare per RunningManolo a correre e dare fastidio e Gilardino a prendere botte e nel caso fare gol.
Gli orobici rispondono con il solito 4-4-1-1 in cui a colpire prevalentemente sono il bulbo indecente di Schelotto ed un bambino dei pulcini che porta la maglia di Moralez. Nemmeno il tempo di soffermarmi a pensare di come Sorensen sia la custodia di Moralez che ecco che il signor "Prima Donna" Giannoccaro dà il vie alle ostilità.

L'Atalanta parte subito forte ma passati i primi minuti il Bologna riesce a prendere le misure e a prendere piano piano la supremazia territoriale. Al quarto d'ora arriva la lieta novella: raggio di sole sul Dall'Ara, punizione per il Bologna piuttosto centrale su cui si porta CapitanAlino. Il Genio e Sregolatezza di Prato lascia partire una saboiarda urticogena che incoccia sulla barriera e devia la propria traiettoria quel tanto che mette fuori gioco Consigli ed allora sì, festeggiamo, 1-0. La partita è abbastanza divertente e comunque ci permette di confutare che Motta non sa crossare e Agliardi non sa uscire. Quest'ultimo ce ne dà la prova quando, verso il ventesimo, la Cesira Manfredini (nostro ex) su calcio d'angolo nerazzuro colpisce di testa nell'area piccola e segna pure, ma per fortuna il Giannoccaro Team segnala il fuorigioco.

Alla mezz'ora il Bologna rischia il raddoppio: azione centrale di Diamanti, palla respinta che arriva su Gabbiadini che tenta di piazzarla e ci riesce pure bene poichè il suo tiro finisce sul palo e poi in braccio a Consigli. Iazza pura, ma diciamo che si compensa con la deviazione del gol. I bergamaschi spingono a più riprese e rischiano il gol in due occasioni su interventi discutibili sempre del nostro portiere, poi ci pensa Taider ad emozionarci quando, davanti al portiere, non riesce a tirare su preciso assist di Alino a causa di una scapuzzata di gran classe. Il primo tempo finisce con brividoni successivi ad un'uscita di Agliardone che sbirguglia la palla coi guanti e poi, ricadendo, rischia di farsi male. Grandi emozioni ma siamo in vantaggio e andiamo al riposo.

L'intervallo è un momento di gioia collettiva come da tempo non accadeva: Albano Guaraldi non ci comprerà dei giocatori però ci regala momenti spettacolo con il nuovo "HAPPY BIRTHDAY ROSSOBLU", un'iniziativa che in pratica fa gli auguri agli abbonati che lo hanno segnalato sul sito mettendo il loro faccione sul maxischermo impreziosito da una MARAVIGLIOSA cornice grafica. Tralascio ogni commento ma riporto il parere augusto di Teta secondo cui "Guaraldi deve avere in prova un programma di grafica.. quando gli dicono quanto costa l'acquisto lascia stare tutto... oppure vende De Caravalho". Niente da aggiungere.

Comincia il secondo tempo e sarebbe meglio se non iniziasse proprio perché nel giro di cinque minuti il Bologna perde il suo miglior difensore, Sorensen, che probabilmente mette male la caviglia e zoppica. Il danese tenta di giocare comunque ma si vede che è in difficoltà, proprio allora l'Atalanta colpisce: Alino perde un brutto pallone a centrocampo, gli atalantini ripartono e con tre passaggi servono Denis che, scappato a Sorensen, da posizione defilata lascia partire un bel diagonale che beffa Agliardi e riporta la parità. Brutto mondo.

Esce Sorensen e Pioli, preso dallo sconforto, decide di proseguire sull'esperimento di Khrin difensore. Brividi per tutti, ma non dev'essere sol il freschino sempre più pungente. Il Bologna passa una decina di minuti piuttosto alle corde e allora Pioli cambia disposizione tattica togliendo Guarente (ormai in apnea) ed inserendo Matias "Ndo me metti sto" Abero con il preciso compito di correre ed eventualmente colpire il pallone. La mossa non emoziona particolarmente il pubblico tuttavia le grandi fila del destino hanno vie sconosciute e al 70° rivelano il motivo.

Perez guadagna la duemilionesima punizione dopo aver pressato da solo la non irresistibile difesa orobica, Diamanti sul pallone batte corto proprio sull'uruguagio che prova un cross in area piuttosto scampanato che sembra destinato a sorvolare tutto. Il destino aveva però calcolato tutto, lì appostato c'è proprio Aberone nostro che di testa appoggia corto su Manolo Gabbiadini il quale si inventa una semirovesciata spettacolo che batte Consigli e riporta il sole sul Dall'Ara. Gol bellissimo per il Nazionale Under 21 che per il lavoro che fa, con e senza pallone, se lo merita di brutto.

L'Atalanta non la prende benissimo e tenta di arrivare al pareggio, tuttavia la retroguardia arrangiata del Bologna regge bene e così sono ancora i rossoblu ad andare vicini alla terza rete in più occasioni, su tutti con Diamanti (calcio d'angolo che incoccia sulla parte alta della traversa) e nel finale con Pasquato (subentrato a Gabbiadini) che trovandosi un'autostrada concessa dall'Atalanta arriva a tirare in porta ma purtroppo assai centralmente.
La partita si conclude con 4  minuti di recupero al termine dei quali Giannoccaro non fa battere una punizione "tutti su" all'Atalanta, cosa che fa ingastrire loro e indubbiamente piacere a noi (a parti invertite io avrei addentato alla giugulare qualcuno, ma tant'è).

Come detto, tre punti meravigliosi che non risolvono i problemi ma almeno ci danno un po' di ossigeno e, grazie ai risultati di Genoa, Palermo e Siena, ci danno una buona spinta in su in classifica. La questione incoraggiante della giornata, a parte il recupero completo del Ruso, è secondo me il fatto che Gabbiadini sta prendendo sempre più fiducia e, come oggi, possa dare anche quel contributo di gol necessario quando il Gila incoccia in una giornata no.

La settimana prossima arriva la Lazio di Klose, avversario molto scomodo visto il bel gioco offensivo che ha ma che dietro non è sempre irreprensibile. Il dramma sarà soprattutto il fatto che visto il clima temperato e mite a cui andiamo incontro, la Lega Skyfo ha ben pensato di farla giocare di lunedì sera alle 20.45. Geniale eh? Povero Darwin.
Bene, finisco la cioccolata in tazza.
E sempre FORZA BOLOGNA!!


Kennet27

 

Non hai i privilegi per visualizzare o postare commenti.

Loghi e marchi nel sito sono dei rispettivi proprietari. Se ritenete che sia stato violato il Vs. Copyright, segnalatelo e, effettuate le necessarie verifiche, si provvedera' alla rimozione del materiale. Il Federossoblu non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza una periodicita' prestabilita. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies.

Privacy Policy