Menu
Calendario Bologna 2021-22

Calendario Bologna 2021-22

Da questa stagione il gir...

Ufficiale: Juwara al Boavista.

Ufficiale: Juwara al Boavista.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Giovanili: preso Viviani.

Giovanili: preso Viviani.

Il Bologna ha preso in pr...

Giovanili: preso Karlsson.

Giovanili: preso Karlsson.

Per le giovanili il Bolog...

Ufficiale: Bani al Genoa.

Ufficiale: Bani al Genoa.

Il Bologna ha ceduto il d...

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Il Bologna ha ceduto il c...

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Il Bologna ha comunicato ...

Prev Next

12^ giornata: Livorno-Bologna 3-2.

  • Scritto da Kennet27
Valutazione attuale:  / 4

LA REGOLA DELL'EX.

Benritrovati a tutti su questa pagina. Prima di iniziare con la cronaca, mi permetto di scrivere anche io qualche riga per ricordare il nostro Klas Ingesson, venuto purtroppo a mancare questa settimana.

Che dire? Giocatore di una potenza fisica clamorosa ma con anche una buona tecnica ed una intelligenza tattica sopraffina. Ero già pazzo di lui al suo arrivo (figurati...giocatore Svedese, amico di Kennet Andersson, grosso e potente e col vizio del Taglialegna...era già il mio idolo numero 2 in squadra), quando poi lo vidi giocare fu apoteosi. Il mio ricordo di lui è strettamente legato a quel Bologna 98-99 che rimane per me il Bologna più bello e forte che io abbia mai visto, capace di vincere un intertoto e di andare in semifinale sia di Uefa che di Coppa Italia.

Klas a Bologna divenne sicuramente Sindaco, il mio più grande rammarico resta solo il modo in cui venne trattato al suo addio, nel senso che Guidolin non ebbe molto rispetto per un giocatore importante come lui (fece lo stesso anche con Kolyvanov se ci pensate)... però ok, storia passata. La sua scomparsa mi ha parecchio rattristato (anche se, per quanto lui fosse forte e combattivo, purtroppo si sapeva che c'erano poche speranze che potesse vincere questa battaglia), ma vedo che tutto il mondo del calcio lo ha ricordato con grande affetto e ovviamente sono molto contento di tutto ciò. Spero che avremo modo di salutarlo a Bologna come si deve (e sono sicuro lo faremo), e spero che da lassù a tempo perso (tra un albero e l'altro) butti un occhio benevolo verso questa squadra e questa città che tanto gli ha voluto bene. Ciao Klas!

Tornanando ad argomenti un po' più frivoli, oggi il Bologna termina la sua striscia positiva ed incappa in una sconfitta un po' pesantuccia contro una diretta concorrente per la serie A, ovvero il Livorno. Sconfitta pesante non tanto per il risultato quanto più perchè per ben due volte si era riusciti ad andare in vantaggio e per ben due volte ci si è fatti riprendere, con la deflorata finale del gol al novantesimo. Con un po' di attenzione in più si poteva restare primi, ora invece restiamo nel "gruppone" delle pretendenti alla salita.

Comunque: niente drammi o patemi, non è successo niente di che. Sicuramente qualcuno si divertirà a dire ora che è finito l'effetto Tacopina, io mi limito solamente a sottolineare che invece è importante che i limiti di questa squadra (che ci sono, non raccontiamocela) vengano bene a galla affinché la nuova società possa intervenire bene a gennaio. Attenzione: intervenire bene non vuol dire comprare 9 giocatori e stravolgere tutto, vuol dire andare a prendere quei 2-3 giocatori mirati che ti permettono di fare il salto di qualità e ti danno un po' di stabilità in più alla squadra. Perchè, vorrei far notare, oggi sugli esterni schieravamo la coppia Morleo-Garics, coppia che vi ricordo ha contribuito a farci sfracellare l'anno scorso. Non è colpa loro se giocano o colpa di Lopez se li mette dentro per fare un po' di turnover, la colpa è di chi li ha tenuti. Ocio: non dò la colpa a Fusco (che anzi ha fatto una squadra coi controfiocchi considerate le risorse disponibili, cioè ZERO), la colpa come sempre la dò sempre a quello che qualcuno vorrebbe riabilitare: Guaraldi. Per dire eh. Ad ogni modo ripeto, nessun dramma e nessun calo di fotta, c'è Joe. Quindi, andiamo in cronaca.

Dodicesima giornata si Serie B, al Picchi di Livorno va in scena la sfida tra due retrocesse dalla massima serie che però puntano immediatamente alla risalita: gli amaranto padroni di casa e i nostri rossoblu. Lopez deve fare i conti con qualche assenza dell'ultimo minuto (vedi Maietta) ma schiera l'ormai collaudato 4-3-1-2: Stojanovic tra i pali, Ferrari ed Oikonomou centrali con Garics e Morleo sugli esterni (accoppiata degna di Halloween); centrocampo con Matuzalem ad orchestrare e Zuculini e Buchel a picchiare, Laribi sulla trequarti dietro i soliti Acquafresca e Cacia. Il Livorno di Gautieri (e del giallo Spinelli) si schiera col solito 4-3-3 in cui si sprecano gli ex: Siligardi, Vantaggiato e Galabinov in panchina. Mannaggia agli ex. Ma proseguiamo.

Dopo un doveroso minuto di silenzio in ricordo di Klas, inizia la gara e subito i ritmi sono alti, con i padroni di casa guidati da un SIligardi ispirato che cerca immediatamente di farsi ricordare con simpatia dai nostri tifosi. Il Bologna accusa dieci minuti poi mette la testa fuori e rischia il vantaggio subito con Acquafresca che deve però arrendersi ad un interventone del difensore avversario. La prima mezz'ora è insomma un bello spot per il giuoco del pallone, con le due squadre che si scambiano colpo su colpo, nel Bologna Morleo e Garics sono on fire e crossano (IMPOSSIBILE), davanti però Cacia è un po' avulso dalla questione e Acquafresca... be' Acquafresca ha il solito problema del "ci sono quasi" che non porta tanti gol...

La partita prosegue comunque con ritmi più blandi, anche se il Livorno prende più campo con Vantaggiato che più volte va vicino alla rete. Il Bologna si difende come può e tenta di rispondere con Zuculini (bel tiro in diagonale) che però non trova la rete. Si potrebbe andare in spogliatoio se non fosse però che proprio al 45° Acquafresca si infortuna ad una caviglia e viene sostituito da Pasi. Giusto poi il tempo di cacarsi un pelo addosso con un bolide su punizione di Vantaggiato che poi si può andare all'intervallo.
Ora allacciatevi le bretelle perchè succede di tutto. Ahinoi.

Ricomincia la gara ed è il Livorno a partire con più convizione e a farci venire un po' di stimolo intestinale, sempre con Vantaggiato che probabilmente un po' ci odia. Il Bologna tuttavia tiene botta e comincia a farsi vedere in avanti, fino al 60° quando clamorosamente passa in vantaggio. Tiro dalla distanza, azione manovrata, colpo di testa? No. Vai con la sigla del mai dimenticato "Vai col Liscio". Zuculini entra in area di rigore sul lato destro, avendo tutti i compagni marcati e non sapendo che fare, giustamente spara in porta.

Mazzoni si avventa sul pallone ma la palla gli sfugge sotto la pancia finendo sul palo e ballonzolando lì davanti. Arrivano due difensori di gran carriera, l'obiettivo si capisce è spazzare. Ma sono in due. La mente di un difensore già pronto per spazzare vede solo il pallone, il resto non esiste. Ma qui c'è un altro giocatore, tra l'altro con la stessa maglia. TILT. Lamburghi (uno dei due difensori) rompe gli indugi e spazza sparando una cannonata che però colpisce Ceccherini (l'altro difensore) col pallone che di fatto termina in rete. Va vista perchè è clamorosa. Roba che Mai dire Gol ci andava avanti 4 stagioni. Comunuque, 1 a 0. Dagliene.

Il Livorno è giustamente ingastrito per siffatta situazione e così Gautieri decide di buttare dentro una punta: Galabinov, nostro ex della primavera. Eh. Segnatevelo. Vantaggiato continua nella sua disperata ricerca di farci del male e chiama alla paratissima Stojanovic in uscita al 65°, tuttavia la rete è solo rimandata. Azione amaranto, Galabinov fa una sponda clamorosa di petto a Vantaggiato che a pochi passi dalla porta non può sbagliare: 1 a 1.
Il Livorno è a forza motrice anteriore e parecchio ringalluzzito, soprattutto con Galabinov che anche lui deve avere un odio piuttosto profondo verso la sua ex squadra. Prima Cutuolo poi proprio Galabinov fanno venire i brividoni, ma al 75° è il Bologna a fare il colpo grosso: palla in area, Zuculini è solissimo al limite dell'area e trova un destro che si insacca in rete. 2 a 1, cominciamo a farci la bocca.

A questo punto Lopez fa una cosa che non andrebbe mai fatta: stringe le chiappe. Ingolosito dalla posta in palio, infatti, l'urugagio decide di coprirsi togliendo l'unica punta, Cacia, ed inserendo al suo posto Abero. La mossa è concepibile e avrebbe anche senso se dopo pochi minuti Laribi chiudesse la partita col 3 a 1 anzichè sparare fuori, tuttavia in queste condizioni non fa altro che permettere agli avversari di prendere coraggio e guadagnare terreno.
Sempre più a chiappe strette Lopez toglie anche Zuculini per Ceccarelli, ma all'82° giunge la punizione divina. Galabinov in area viene strattonato da Pasi tuttavia sigla un'eurobanana in rovesciata che a uno verrebbe da dire "vabbe' dai". 2 a 2. No aspetta: l'arbitro fischia. Gol annullato. E' rigore per il fallo subito dal Bulgaro. Io se fossi in Galabinov e mi vedessi annullata una banana di tali proporzioni inseguirei l'arbitro con un rastrello, ma lui mantiene l'aplomb e con calma inglese sigla pure il rigore. 2 a 2 confermato ora. Porca vacca.

La situazione ora è veramente da Forte Apache poichè il Bologna è spuntato e il Livorno attacca con anche le zie dei giocatori, quindi c'è da stringere i denti fino al novantesimo. E li stringiamo. Peccato che al novantesimo arriva il patatrac: Galabinov sforna assist come caramelle e serve Biagianti, l'ex Catania scarpazza un tiro-cross che batte Stojanovic, la palla arriva sulla linea e all'improvviso spunta Vantaggiato che, sempre più desideroso di simpatia dai suoi ex tifosi, sigla il 3 a 2. Sedersi per un po' di tempo farà piuttosto male.
Tre minuti di recupero ma ormai non c'è più nulla da dire, ergo usciamo sconfitti da Livorno.

Partita divertente, sicuramente il Livorno sulla carta ha meritato la vittoria (molte occasioni), certo è però che in una giornata del genere in cui tutto pareva andare per il verso giusto è stato un peccato non approfittarne. Lopez non esente da colpe (secondo me non bisogna mai arretrare troppo), ma va detto che la squadra non è stata comunque al top dei top e che comunque se oltre a Cacia ed Acquafresca non hai altre punte la colpa non è certo del buon Diego. Comunque, come dicevo, evitiamo drammi o psicosi, perdere ci sta (col Livorno soprattutto), l'importante è ripartire subito con lo stesso entusiasmo. Per cui:

FORZA BOLOGNA!... E CIAO KLAS!


Kennet27

Non hai i privilegi per visualizzare o postare commenti.

Loghi e marchi nel sito sono dei rispettivi proprietari. Se ritenete che sia stato violato il Vs. Copyright, segnalatelo e, effettuate le necessarie verifiche, si provvedera' alla rimozione del materiale. Il Federossoblu non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza una periodicita' prestabilita. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies.

Privacy Policy