Menu
Calendario Bologna 2021-22

Calendario Bologna 2021-22

Da questa stagione il gir...

Ufficiale: Juwara al Boavista.

Ufficiale: Juwara al Boavista.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Giovanili: preso Viviani.

Giovanili: preso Viviani.

Il Bologna ha preso in pr...

Giovanili: preso Karlsson.

Giovanili: preso Karlsson.

Per le giovanili il Bolog...

Ufficiale: Bani al Genoa.

Ufficiale: Bani al Genoa.

Il Bologna ha ceduto il d...

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Il Bologna ha ceduto il c...

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Il Bologna ha comunicato ...

Prev Next

13^ giornata: Bologna-Carpi 0-0.

  • Scritto da Kennet27
Valutazione attuale:  / 1

SERVONO RISERVE.

Ed eccoci nuovamente su queste pagine dopo aver visto la sfida al vertice tra Bologna e Carpi. Ebbene sì, perchè questa B è un campionato tremendamente lungo, complicato e scarso, talmente scarso che è capolista una squadra che si basa su un semplice "difesa muraglia" e "lancio lungo". Ma d'altra parte è così e in fin dei conti se siamo in questo campionato dobbiamo ringraziare Mr. Guaraldi che con tanta dedizione negli ultimi 4 anni ha cercato di rovinare una squadra interessante portandola quasi sull'orlo del fallimento. Così eh...tanto per ricordarsi in che mani siamo stato finora e per ricordarlo a chi magari ora gufa ai danni del BFC...

Perchè finito l'effetto Joe (una sconfitta ed un pareggio) pare ci sia qualcuno che si diverte a gufare e iettare affinchè la compagine statunitense faccia flop e se ne vada, magari per consentire a chi c'era prima di ritornare su. Scenario apocalittico lo so, ma visto che non appena ci sono ritardi o rinvii burocratici ci sono subito le prime voci di "tutto finito", almeno siamo preparati.

Il Bologna intanto impatta sullo zero a zero nella partita con la prima in classifica palesando ahinoi anche un grave difetto: quando mancano i titolari (vedi Buchel o Acquafresca), i sostituti sono ben lontani dal rimpiazzarli a dovere. Ma d'altra parte, viste le condizioni in cui ha dovuto lavorare Fusco (soldi zero), direi che non ci si può decisamente lamentare. Speriamo, ribadisco, che il mese di gennaio permetta alla nuova società di investire bene in modo da potenziare la squadra e, non ultimo, mettere a tacere i gufi. Comunuque basta chiacchiere, andiamo a vedere la partita di oggi

Partita di cartello al Dall'Ara per la tredicesima giornata di Serie A, sul terreno da gioco si sfidano infatti la capolista Carpi e l'inseguitrice più intrigante, ovvero il Bologna. Dopo la sconfitta di Livorno il tecnico Lopez deve fare a meno di giocatori importanti, tuttavia non cambia il modulo e continua imperterrito sul suo 4-3-2-1: il rientrante Coppola sui pali, Marione nostro e Maietta centrali difensivi con Ceccarelli a destra e Capitan Morleo a sinistra. A centrocampo l'assenza per infortunio di Buchel dà spazio a Bessa che va ad affiancare Zuculini e Matuzalem, dietro a Laribi col consueto compito di creare fantasia e occasioni per le punte che sono Cacia e Troianiello (quest' ultimo detto anche l'uomo invisibile vista la sua presenza nelle azioni di gioco). Il Carpi dal canto suo si schiera con un bel 4-4-1-1 bello coperto e tosto in cui a dover fare la differenza è Mbakogu, un nero enorme e velocissimo capace di creare non pochi contrattempi.

Prima del fischio d'inizio c'è tempo per una bella manifestazione del Bologna FC che per ricordare Klas ha chiamato giocatori di quell'epoca facendoli girare lungo tutto lo stadio con la maglia del nostro numero 8. Fra tanti bei ricordi (Gallicchio vabbe' si poteva evitare..) un bel modo per ricordare lo Svedesone taglialegna del centrocampo. Ciao Klas!

Comincia la gara e subito si nota un Carpi molto aggressivo e ben intenzionato a tal punto che gli attaccanti vengono praticamente a pressare in Curva. Il Bologna parte un po' intimorito ma col passare dei minuti acquista sicuerzza e tenta di far valere la propria qualità tecnica (ok... solo in alcuni giocatori) col palleggio ed il giro di palla. La tattica dà i suoi frutti perchè nel giro di 10 minuti il Bologna colleziona tre importanti palle gol: prima è Laribi a far tutto bene tranne il tiro in porta, poi è il turno di Morleo su punizione, infine di Ceccarelli al 22° che dagli sviluppi di un calcio d'angolo si vede il portiere fare una paratissima clamorosa su botta sicura da pochi metri.

La partita si rivela essere di livello "pugnetta", ovvero parecchio brigosa e complicata: come detto il Carpi è molto asfissiante e di gamba, per cui contropiedi e ripartenze sono letali (ma per fortuna abbiamo Marione nostro che veglia su di noi). Di sicuro non aiuta l'atteggiamento dell'arbitro che fa delle fischiate non proprio casalinghe e lascia correre a volte su falli anche piuttosto evidenti. Ma vabbe'. Siamo comunque noi a fare la partita e salvo qualche vaccata difensiva (tipo un tacco di Ceccarelli in area di rigore nostra che fa venire le palpitazioni a mezzo stadio) non corriamo nemmeno eccessivi pericoli. Finisce così il primo tempo a reti inviolate, non prima però che Troianiello mandi in vacca un contropiede 3 contro 2 ciabattando l'ultimo e decisivo passaggio. Vabbe'.

Ricomincia la partita ed il Carpi parte subito col piede giusto facendosi vedere dalle parti di Coppola con Mbakogu che corre come un dannato e si incunea nella difesa rossoblu un po' troppo facilmente. E' l'africano ad essere la spina nel fianco del Bologna, la sua corsa e la sua potenza infatti chiamano agli straordinari tutto il reparto arretrato rossoblu. La ripresa vede quindi il Bologna un po' in affanno anche se al 55° sempre Marione nostro, in proiezione offensiva sul calcio d'angolo, rischia la banana della vita in rovesciata che finisce fuori di poco. Brividoni.

Al sessantesimo finalmente Lopez decide di chiamare gli acchiappafantasmi e fa sparire Troianiello facendo entrare al suo posto il neo arrivato (ed attesissimo) Improta. Il ragazzo pare subito portare verve ed infatti il Bologna aumenta il peso offensivo rischiando il gol con Cacia che di nuca su calcio d'angolo quasi beffa il portiere del Carpi. Gli ospiti continuano ad affidarsi alla corsa di Mbakogu, tuttavia siamo sempre noi ad avere le occasioni migliori come al settantesimo quando Improta si trova a tu per tu col portiere ma spara il pallone dritto su quest'ultimo in uscita.

Lopez continua a fare cambi e decide di buttare dentro Abero per Bessa e poco più tardi Giannone per Laribi. Il Bologna continua a spingere (senza troppa convinzione a dire il vero) e sfiora ancora il gol sempre con Improta (bomba da fuori area deviata dal portiere) e poi con Cacia (colpo di testa parato dall'estremo difensore), però il risultato non si sblocca e dopo 5 minuti di recupero e una scarpata in faccia di Improta al povero portiere del Carpi in uscita disperata, non accade nulla e termina così 0 a 0.

Partita come detto difficile poichè il Carpi è squadra fisica e di gamba che davvero asfissia gli avversari, pressando a tutto campo ed affidandosi davanti alle doti da velocista di Mbakogu. Il Bologna ha comunque giocato la sua partita, come detto le assenze di Buchel ed Acquafresca hanno pesato dal punto di vista tecnico ma sicuramente non dal punto di vista della grinta. Notizia positiva della giornata è la prestazione di Improta: certo è appena arrivato e vabbe', comunque le premesse di corsa e piedi ci sono tutte (e comunque è certamente meglio di Troianiello).
Notizia cattivella è invece il continuo digiuno di Cacia in avanti: il bomber è sicuramente solo là davanti, comunque sta di fatto che la rete rimane ancora un miraggio ed insomma bisogna sperare che le reti arrivino presto perchè se vogliamo avere speranze di salita esse passano dai gol del nostro numero 9.
Pareggio che possiamo anche accettare, l'improtante ora è battere il Brescia in casa sabato prossimo. Quindi... TUTTI AL DALL'ARA!

FORZA BOLOGNA!


Kennet27

Non hai i privilegi per visualizzare o postare commenti.

Loghi e marchi nel sito sono dei rispettivi proprietari. Se ritenete che sia stato violato il Vs. Copyright, segnalatelo e, effettuate le necessarie verifiche, si provvedera' alla rimozione del materiale. Il Federossoblu non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza una periodicita' prestabilita. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies.

Privacy Policy