Menu
Calendario Bologna 2021-22

Calendario Bologna 2021-22

Da questa stagione il gir...

Ufficiale: Juwara al Boavista.

Ufficiale: Juwara al Boavista.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Giovanili: preso Viviani.

Giovanili: preso Viviani.

Il Bologna ha preso in pr...

Giovanili: preso Karlsson.

Giovanili: preso Karlsson.

Per le giovanili il Bolog...

Ufficiale: Bani al Genoa.

Ufficiale: Bani al Genoa.

Il Bologna ha ceduto il d...

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Il Bologna ha ceduto il c...

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Il Bologna ha comunicato ...

Prev Next

14^ giornata: Bologna-Brescia 1-2.

  • Scritto da Andrea Bonomo
Valutazione attuale:  / 1

Lopez ancora decisivo: il Brescia ringrazia e sbanca il Dall'Ara.

Dopo la vittoria del Carpi contro il Cittadella, nell'anticipo delle 18, il Bologna era chiamato a rispondere presente con una vittoria per rimanere aggrappato al gruppo di testa, e invece dal Dall'Ara è venuto fuori tutt'altro risultato. Inspiegabili alcune decisioni tattiche del mister rossoblu, su tutte il cambio Zuculini-Troianiello.

Ivo Iaconi per ovviare all'assenza di Sestu è costretto a passare dal 3-5-2 al 4-3-2-1, con Sodinha alle spalle di Caracciolo. Dall'altra parte Lopez schiera il consueto 4-3-1-2, con Acquafresca a sorpresa dal 1'. L'attaccante rossoblu non sta bene e in campo si vede: il Bologna gioca la prima frazione di gara praticamente in 10, con Acquafresca che non tocca un pallone. Rischiarlo dal 1' è stato un azzardo fin troppo grande, ma gli errori di Lopez non finiscono certo qui, come vedremo fra poco.

Nella prima mezz'ora di gioco è il Brescia a dominare la gara, con il Bologna che si fa vedere dalle parti di Minelli solo con un tiro di Cacia al 10'. La squadra di Iaconi gioca bene, molto bene, ma al contempo è molto sfortunata, perdendo Sodinha per infortunio al 21'. Gli uomini di Lopez giocano male, costruiscono azioni confuse, ma sono cinici: alla prima occasione buona, infatti, Daniele Cacia, porta avanti i suoi. Tiro di Buchel, respinta corta dell'estremo difensore bresciano e l'attaccante rossoblu da vero rapinatore d'area, si avventa sul pallone e deposita in rete. Un vantaggio bugiardo per quello che si è visto fino a quel momento in campo, ma nonostante l'1-0, le rondinelle non demordono e si fanno vedere con continuità dalle parti di Coppola. Sul finale di primo tempo un brivido in area rossoblu è il preludio di quello che sta per succedere nella ripresa.

Nel primo tempo, solo un sontuoso Oikonomou e un grandissimo Matuzalem, che in mezzo al campo intercetta tutto quello che gli passi a tiro, evitano il goal del pareggio degli ospiti. Dal canto loro gli uomini di Iaconi vivono perennemente nella metà campo avversaria ma peccano di lucidità nei 16 metri. Nella seconda frazione, ci si aspetta un calo fisico della squadra di Iaconi, dopo i ritmi forsennati del primo tempo, ma così non è. Il Bologna va vicino al 2-0 con Laribi direttamente da calcio d'angolo, poi il 57' è il minuto chiave, quello che decide la gara: Lopez pensa bene di sostituire Zuculini con Troianiello e da quel momento in poi il centrocampo crolla. Il Brescia fa quello che vuole in quella zona del campo, sfruttando l'assenza di un incontrista e si presenta sempre con più continuità in area rossoblu. Inspiegabile poi, per restare in tema di errori, la mancata espulsione di Oliveira per l'entrata assassina su Buchel, che ha costretto il giocatore rossoblu a uscire dal campo in barella.

Il Bologna ha la colpa di non chiudere la gara sull'1-0, con la possibile palla del raddoppio che si stampa sul palo, colpito ancora dall'autore dell'1-0. Iaconi fiuta le difficoltà della squadra di Lopez e capisce che la sua squadra può ottenere il pareggio da un momento all'altro. Caracciolo sembra decisamente in serata no, poi sugli sviluppi di un cross dalla destra di Bentivoglio è proprio l' "Airone" a fare 1-1, sfruttando l'unica disattenzione di Oikonomou. In 3' il Brescia prima pareggia poi ribalta la gara: Valotti, ancora da destra mette in mezzo per Morosini, il giocatore del Brescia mette dentro il goal dell'1-2 e poi va a festeggiare con i tifosi del Brescia.

Tra i colpevoli della sconfitta indubbiamente c'è ancora Lopez: inspiegabile il cambio Zuculini-Troianiello. Ancora una volta il mister rossoblu ha sbagliato il cambio, ancora una volta, come a Livorno. Errare è umano, ma perseverare è diabolico caro Diego, e ripetere lo stesso errore a distanza di 2 partite lascia alquanto perplessi. Per qualità di gioco il Bologna visto col Brescia sembrava parente più di quello visto a inizio stagione che di quello dei sette risultati utili consecutivi. L'approccio alla gara è stato sbagliato, ancora una volta i rossoblu non sono riusciti a gestire il vantaggio anche e soprattutto a causa delle errate scelte tattiche di Lopez.

Il mister è ancora il primo responsabile della sconfitta. Come a Livorno, ha pagato ancora una volta l'inesperienza in serie cadetta sopratutto al cospetto di un maestro della categoria come Ivo Iaconi. A lui e a tutto il Brescia vanno i complimenti per la gara disputata al Dall'Ara, la loro classifica, per qualità della rosa e dell'allenatore è sicuramente bugiarda e oggi l'hanno dimostrato. Lopez avrà molto su cui riflettere, così come Tacopina. E non si parla in termini di fideiussione, creare allarmismi a riguardo sarebbe inutile, conoscendo l'attuale presidente rossoblu. Si parla di riflessioni tattiche e di mercato.

Bisogna rialzare subito la testa e ripartire pensando già alla prossima gara. Bisogna trasformare la rabbia di questa sera in energia per andare a strappare tre punti a La Spezia. Sarà una gara difficilissima, come tutte le altre d'altronde. Il Bologna è abituato a reagire dopo una sconfitta e allora forza Bologna, bisogna tornare alla vittoria.


Andrea Bonomo

Non hai i privilegi per visualizzare o postare commenti.

Loghi e marchi nel sito sono dei rispettivi proprietari. Se ritenete che sia stato violato il Vs. Copyright, segnalatelo e, effettuate le necessarie verifiche, si provvedera' alla rimozione del materiale. Il Federossoblu non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza una periodicita' prestabilita. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies.

Privacy Policy