Menu
Calendario Bologna 2021-22

Calendario Bologna 2021-22

Da questa stagione il gir...

Ufficiale: Juwara al Boavista.

Ufficiale: Juwara al Boavista.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Giovanili: preso Viviani.

Giovanili: preso Viviani.

Il Bologna ha preso in pr...

Giovanili: preso Karlsson.

Giovanili: preso Karlsson.

Per le giovanili il Bolog...

Ufficiale: Bani al Genoa.

Ufficiale: Bani al Genoa.

Il Bologna ha ceduto il d...

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Il Bologna ha ceduto il c...

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Il Bologna ha comunicato ...

Prev Next

15^ giornata: Bologna-Napoli 3-2.

  • Scritto da Kennet27
Valutazione attuale:  / 5

LA PARTITA PERFETTA.

Per fare punti con la capolista c'era solo una regola: fare la partita della vita. Il Bologna non ha fatto la partita della vita, ha fatto la partita PERFETTA. Contro un Napoli che fino ad ora ha dimostrato di saper giocare il calcio più bello in Serie A, i rossoblu scendono in campo schierati come una macchina da guerra perfetta, senza due titolari (perchè Donsah e Giaccherini sono due titolari) e ordinatissimi chiudono ogni varco possibile a quel bel passerone di Higuain e colpiscono letali in avanti.

Sì, in avanti, dove il numero 10 finalmente fa vedere chi è e sublima il lavoro eccellente svolto dalla squadra. Già Destro: considerato paracarro e bidone fino ad un mese fa, ora come ora è un giocatore totale. Lotta per la squadra, sportella, corre, rincorre e adesso bolla pure: probabilmente Corvino tanto cotto non pare essere. Eheheheeheheh. Vabbe', ora basta però. Ora ne approfitto per fare il quinto bidè da quando sono tornato a casa, dopodichè andrei in cronaca. Come? No assolutamente niente: è solo che prendere 2 gol in 4 minuti praticamente al novantesimo, in un certo senso stimola l'intestino. Evidentemente c'è una legge scritta che vuole che noi tifosi del Bologna non si debba essere sereni mai, nemmeno sul 3 a 0. Arrivo.

Ecco fatto, vai con la cronaca.
Quindicesima giornata di Serie A, nel crimine contro l'umanità comunemente chiamato "anticipo del mezzogiorno", il Dall'Ara vede ospitare la sfida tra i padroni di casa e la capolista Napoli. Contro un avversario assolutamente forte gli uomini di Donadoni cercano il riscatto dopo i singhiozzi di Torino e si presentano con una sorta di 4-3-3 così composto: Mirante tra i pali, difesa con Capitan Gastaldello ed il rientrante Oikonomou centrali supportati dagli esterni Masina e Rossettini; centrocampo super tecnico con Diawara e Brienza ad inventare e Taider a scassare tibie, davanti Mounier e Rizzo giocano ai lati di Mattia Destro.
Importanti le assenze di Giaccherini e Donsah, intanto dall'altra parte Sarri schiera il suo attacco Higuain-Insigne-Callejon che ecco dai, un po' il mal di pancia lo fa venire. Ovviamente stadio Renato dall'Ara con molti partenopei, almeno quest'anno ci siamo evitati Caruso prima del match (...).

Inizia la gara e sotto un bel sole dicembrino il Bologna parte a testa alta senza alcuna soggezione nei confronti degli avversari. Passano i minuti ed il quarto d'ora vive di due momenti estremi: azione del Napoli, Callejon viene pescato solo nel centro-destra dell'area e tira in porta, Mirante fa un bel bambino coi baffi e devia in angolo. Il Bologna passato il pericolo riparte e Diawara spara in avanti dove Destro scatta come un matto, resiste ai ripetuti tentativi di stupro da parte di Albiol e a tu per tu con Reina ha il sangue freddo e la classe di battere a rete. 1 a 0, ma dimmi te!

Il Bologna non cala di un grado l'intensità di gioco e continua a mettere di fatto sotto il Napoli che dimostra di accusare la pacca. Passano 7 minuti e abbiamo ulteriore motivo di toccarci: calcio d'angolo, batte Brienza divinamente e in mezzo all'area spunta la capoccia di Rossettini che con uno stacco clamoroso batte a rete per il 2 a 0. Rossettini gol: anche lui fino ad un mese fa sembrava un carpentiere riadattato, ora gioca benissimo come terzino e bolla pure. Arrivederla!

Il match continua ed i rossoblu sono epici in fase difensiva, Gastaldello su Higuain è impeccabile e quando serve sia Oikonomu che anche un Masina formato mundial (non solo in fase offensiva, ma anche in difesa finalmente) sono pronti a chiudere ogni varco. Qualche momento per sentire un vago sensore di mal di pancia quando Callejon colpisce un palo grazie ad una deviazione di Mirante, che comunque finisce il primo tempo e tutto il pubblico rossoblu si alza in piedi ad applaudire una squadra da stropicciarsi gli occhi per 4 ore.

Comincia la ripresa e siamo tutti pronti a metterci 3 elmetti e ad appostarci in trincea, sicuramente il Napoli avrà una sfuriata devastante. E' sicuramente così con i partenopei che caricano a testa bassa e sfiorano il gol con Higuain (palla alle stelle) e poi con Allan. Mirante e tutto il pacchetto arretrato sono comunque stoici e non sbagliano un colpo, così al sessantesimo abbiamo ulteriore motivo di chiuderci in bagno: Mounier attacca sulla destra, gli indietro azzurri non sono impeccabili e la palla arriva a Destro che si sistema il pallone e spara in porta. Il tiro è un po' ciabattato, tuttavia Reina pare essere in pantofole ed il suo intervento non è dei migliori, cosa che significa 3 a 0. Vabbe' 3 a 0. Che facciamo? La voglia di slacciarsi le braghe, lo ammetto, è tanta.

Sarri fa entrare Maggio e Mertens per cercare di caricare la fase offensiva dei suoi, Donadoni si tutela togliendo Brienza (rigenerato in quel ruolo) per mettere il mastino Brighi. Il Napoli attacca ma i rossoblu ribattono colpo su colpo ed il centrocampo è guidato da un Taider oggi assolutamente fenomenale. La partita prosegue ed il Bologna potrebbe addirittura calare il poker se Mounier, da circa 20 cm, non ammazzasse un piccione in Via Andrea Costa sparando alle stelle un pallone solo da soffiare dentro la rete. Donadoni decide di provare un po' di terapia di recupero e toglie Rizzo (palla al piede assolutamente fenomenale) rimettendo Mbaye. Sì è Mbaye non Donsah. Mbaye? Oddio.

Il nuovo entrato gioca circa in mezzo, circa in avanti non si capisce bene (è tipo come quando gioco io: "vai lì in mezzo e dai tutto", per fare cosa però non si sa), comunque i rossoblu reggono e noi cominciamo ad entusiasmarci. Ci entusiasmiamo talmente tanto che cominciano i cori del "surdato innamurato". Errore gravissimo. All'87° perdiamo un po' le misure in mezzo al campo, palla ad Insigne che serve Higuain che, essendo tristo notoriamente, in acrobazia batte Mirante. Ok dai abbiamo preso un gol, 3 a 1.

Il terrore comincia ad aleggiare nell'aria (improvvisamente il silenzio cala in Curva) e passano 2 minuti e la situazione assume i contorni del dramma: ancora ripartenza Napoli, Hamsik serve sempre Higuain che sempre da tristone si beve Oikonomu e secca Mirante. 3 a 2.
Ok ora ci cachiamo addosso.

Donadoni cerca di freddare la quesione togliendo uno stremato Diawara (quantità oltre che qualità) per reinserire Pulgar, tuttavia gli ultimi 4 minuti di recupero durano circa 9 ere geologiche e l'intestino di ogni tifoso rossoblu ha un bel da fare. Il triplice fischio di Mazzoleni è una nuova nascita per tutti noi, ora possiamo cantare.

Partita perfetta per 87 minuti, poi 2 minuti di terrore hanno rischiato di mandare all'aria una prestazione sublime, ma onestamente oggi non potevamo non vincere. Niente da dire, oggi tutti i giocatori hanno dato il 200% e, oltre al già citato Destro, vorrei comunque sottolineare le prestazioni di Rossettini (riscoperto terzino clamoroso) e soprattutto Taider, oggi quello dei bei tempi di Pioli. Non montiamoci la testa e non voliamo troppo in alto, ma oggi comunque è la dimostrazione che questa squadra non è così trista come molti volevano dipingerla.

Merito assoluto a Donadoni (oggi primi cori per lui) che ha infuso sicurezza e "fotta" ad una squadra tremebonda ed impaurita e che comunque da quando c'è lui non ha mai steccato in maniera grossolana. 16 punti sono tanta roba, riuscire a fare altri 4 punti almeno da qui a fine girone d'andata sarebbe perfetto. Già battere il Genoa sarebbe perfetto.
Comunque basta, torno a farmi un altro bidè.
FORZA BOLOGNA!


Kennet27

Non hai i privilegi per visualizzare o postare commenti.

Loghi e marchi nel sito sono dei rispettivi proprietari. Se ritenete che sia stato violato il Vs. Copyright, segnalatelo e, effettuate le necessarie verifiche, si provvedera' alla rimozione del materiale. Il Federossoblu non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza una periodicita' prestabilita. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies.

Privacy Policy