Menu
Presentazione di Udinese-Bologna (38^g 17-18)

Presentazione di Udinese-Bologna (3…

Ultima giornata di campio...

Presentazione di Bologna-Chievo (37^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Chievo (37…

Ultima gara casalinga per...

Presentazione di Juventus-Bologna (36^g 17-18)

Presentazione di Juventus-Bologna (…

C'è la Juventus sul cammi...

Presentazione di Bologna-Milan (35^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Milan (35^…

Si torna al Dall'Ara per ...

Presentazione di Cagliari-Bologna (34^g 17-18)

Presentazione di Cagliari-Bologna (…

Bologna di scena a Caglia...

Presentazione di Sampdoria-Bologna (33^g 17-18)

Presentazione di Sampdoria-Bologna …

Si torna in campo domani ...

Presentazione di Bologna-Verona (32^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Verona (32…

Vincere per cancellare l'...

Presentazione di Crotone-Bologna (31^g 17-18)

Presentazione di Crotone-Bologna (3…

Il Bologna, dopo il pareg...

Presentazione di Bologna-Roma (30^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Roma (30^g…

Si torna in campo, dopo l...

Presentazione di Lazio-Bologna (29^g 17-18)

Presentazione di Lazio-Bologna (29^…

Il Bologna è atteso dalla...

Prev Next

21^ giornata: Sassuolo-Bologna 0-2.

  • Scritto da Kennet27
Valutazione attuale:  / 5
ScarsoOttimo 

Flok e Giak.

Lo so il titolo è inqualificabile ma alla terza birra ho avuto questa visualizzazione e (anche grazie al contributo tecnologico del Potente Sam) ho riportato nel presente questo fantasma del passato. Ma lasciando da parte queste belle cose, veniamo al punto: il Bologna rifila un bel 2 a 0 ad una delle squadre più tignose del campionato che, tanto per gradire, non aveva mai perso in casa. Oh, io non so voi, ma onestamente sono parecchio esaltato.

Dopo 90 minuti di concentrazione, applicazione e una buona dose di sfrontatezza, i rossoblu battono il Sassuolo ed allontanano le voci delle consuete vedove di sventura che dopo il pareggio rocambolesco in casa con la Lazio già parlavano di disastri, crisi e drammi. Be', come sempre spuntano. E come sempre, poi, ritornano nelle tane dopo partite così.+

A prescindere dalla buonissima prova di tutta la squadra, sarebbe comunque da ubriachi cronici non sottolineare che il Bologna oggi è trascinato da un fenomeno: Giaccherini. Il nostro numero 17 sarà pure un ex gobbo, però chissene: questo da quando è uscito dal calvario fisico ha preso per mano la squadra e tra gol, assist ed un continuo apporto tecnico-fisico di livello, l'ha portata dall'ultimo posto ad un bel +8 sulla terz'ultima. Mica male. A me Conte sta simpatico come un live di Gigi D'Alessio alle 4 del mattino nella stanza vicina a camera mia, però mi auguro che il GIDDI' si tolga il parrucchino dagli occhi e lo tenga in seria considerazione per l'europeo. Perchè al momento attuale Giaccherini a mio parare è uno dei più forti giocatori italiani in circolazione.

Ah poi c'è Destro. Non ha bollato, quindi è tristo. Giusto no? Ecco io direi proprio di no. Sicuramente dal bomber col 10 ci aspettiamo sempre la bolla ad ogni partita, tuttavia pur non realizzando oggi si è distinto per una partita in cui è stata una costante spina piantata nella difesa neroverde, chiamando anche Consigli al bimbo con i baffi e servendo poi lui, nel finale, la palla a Floccari per il 2 a 0. Sicuramente vogliamo i gol, ma se Destro gioca sempre così io mi bacio ripetutamente (e non escludo l'utilizzo della lingua) i gomiti. Ma superato questo momento di forte erotismo, andiamo senza indugi in cronaca.

Ventunesima giornata di Serie A, al Mapei Stadium di Reggio Emilia (che poi a dire il vero sembra di San Lazzaro, considerata la marea di tifosi rossoblu sugli spalti) va di scena la sfida tra i padroni di casa del Sassuolo ed il Bologna.
Il mezzo passo falso in casa con la Lazio fa sì che si cerchi l'immediato riscatto per tenere buona la classifica, così Donadoni nonostante le assenze "esterne" (Masina per squalifica e Zuniga per lutto, tra l'altro anche da parte mia le condoglianze al nostro colombiano) non si tira indietro e sfoggia il solito 4-3-3: Mirante tra i pali, centrali con Gastaldello ed Oikonomu supportati da Rossettini ed il revenant Capitan Morleo; centrocampo in mano a Diawara, Taider ed al potentissimo Donsah (con bulbo modello Grace Jones) a supporto di Giaccherini e Mounier alle spalle di Mattia Destro.
Il Sassuolo risponde con medesimo modulo che, nonostante qualche assenza importante, è sempre piuttosto pericoloso. Note di colore: grandi ex della partita Laribi e Floccari, e soprattutto da sottolineare il totale senso di smarrimento che si ha quando ci si rende conto che il Sassuolo ha 10 giocatori su 11 italiani. Incredibile.

Inizia la gara e subito si vede che i nostri partono col piglio giusto, belli tonici e con un bel baricentro alto. La notizia di Morleo sulla fascia mi fa venire i geloni alle pudenda, tuttavia anche l'Ant-Man rossoblu è assai sul pezzo e regala qualche bella sgroppata esterna. Le due squadre giocano alla pari e paiono equivalersi, con i rossoblu che sfiorano il gollissimo con Destro (paratona di Consigli con tanto di certificazione DOC) ed i neroverdi che ribattono con una bordata da fuori area che scompiglia assai il bulbo del nostro Mirante. 45 minuti molto tattici comunque interessanti, fatto sta comunque che finiamo il primo tempo su un ottimale zero a zero.

Ricomincia la gara ed il Bologna alza i ritmi: con una difesa in modalità Maginot ed un centrocampo che randella e costruisce come non mai (nota: ma quanto stracacchio è forte Diawara???), l'attacco ha il compito di creare danni agli avversari con la velocità delle sue tre frecce, roba che potrebbe già portare piacevoli brividi al quarto d'ora quando Giaccherini dopo aver saltato anche mia zia mette un pallone d'oro in mezzo su Taider che, a due metri dalla porta, ben decide di colpire di ciuffo sbagliato e spara clamorosamente fuori.

La famosa legge del gol sbagliato gol subito aleggia prepotentemente sulla capoccia di noi bolognisti, Donadoni capisce che è meglio non abbassarsi troppo e toglie Mounier (per me giocatore FONDAMENTALE per questa squadra, le sue accelerazioni ed i suoi recuperi sono autentica manna) per inserire il grande ex Floccari che, con grande umiltà, agisce dietro a Destro non risparmiandosi in ripiegamenti importanti. Ci pensa poi Giaccherini a far sparire la paura: ventesimo, pallone sul nostro numero 17 che resiste ad una carica (colpendo di schiena un avversario, ma nonostante la morte del suddetto non può essere fallo mai) e si invola verso la porta, si accentra e spara un sinistro che VVVVUUUUUUP con questo rumore finisce in porta. 1 a 0, tutti godiamo e Giaccherini prima esulta e poi sventola la maglia numero 11 di Zuniga. Bel gesto, bel gruppo, tutto bello.

Di Francesco fa qualche cambio e prontamente Donadoni fa entrare Brighi al posto di un Donsah interessante ma non ancora prepotentemente incontenibile come qualche mese fa. Il Sassuolo si adopera per pareggiare ma a sfiorare il raddoppio è ancora il Bologna: palla di esterno CLAMOROSA di Floccari per Destro che ruba il tempo in elevazione agli avversari ma colpisce male e non riesce a schiacciare verso la porta. Le difese rossoblu reggono comunque bene le sfuriate di Berardi&Co., ma la parola "fine" arriva a pochi minuti dalla fine: ripartenza del Bologna, Destro si invola sulla fascia destra, vede e serve Floccari in mezzo il quale, con naturalezza, salta due avversari dopodichè scarica un bel diagonale che batte Consigli e mette il risultato sul 2 a 0. Saluti e baci, torniamo a casa.

Come detto partita giocata perfettamente dal Bologna che quando è convinto dimostra di essere squadra che può mettere l'oxfordiano pepe al culo a qualsiasi avversario. Egregia prova difensiva e del centrocampo (Ribadisco: ma quanto stratokaiser è forte Diawara???) ed encomiabile l'attacco che conferma Destro e Giaccherini e vede aggiungersi anche Floccari (che voglio dire, passare da Acquafresca a Floccari è un bell'andare). Spariamo dritti a 26 punti, a +8 sul Carpi terz'ultimo e direi che qualche boccata d'aria potremmo cominciare a darla (senza esagerare).

Domenica arriva la Sampdoria di Montella, squadra in crisi ma comunque di indubbio valore e con attaccanti molto pericolosi. Sarà sicuramente dura ed una partita per niente scontata, ma se sapremo stare concentrati e belli tonici come oggi, sicuramente avremo le nostre buone possibilità di far tornare il sereno anche tra le mura del Dall'Ara.
Ma quanto cacchio è forte Diawara??!
FORZA BOLOGNA!!


Kennet27

Non hai i privilegi per visualizzare o postare commenti.

Loghi e marchi nel sito sono dei rispettivi proprietari. Se ritenete che sia stato violato il Vs. Copyright, segnalatelo e, effettuate le necessarie verifiche, si provvedera' alla rimozione del materiale. Il Federossoblu non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza una periodicita' prestabilita. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies.

Privacy Policy