Menu
Presentazione di Udinese-Bologna (38^g 17-18)

Presentazione di Udinese-Bologna (3…

Ultima giornata di campio...

Presentazione di Bologna-Chievo (37^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Chievo (37…

Ultima gara casalinga per...

Presentazione di Juventus-Bologna (36^g 17-18)

Presentazione di Juventus-Bologna (…

C'è la Juventus sul cammi...

Presentazione di Bologna-Milan (35^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Milan (35^…

Si torna al Dall'Ara per ...

Presentazione di Cagliari-Bologna (34^g 17-18)

Presentazione di Cagliari-Bologna (…

Bologna di scena a Caglia...

Presentazione di Sampdoria-Bologna (33^g 17-18)

Presentazione di Sampdoria-Bologna …

Si torna in campo domani ...

Presentazione di Bologna-Verona (32^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Verona (32…

Vincere per cancellare l'...

Presentazione di Crotone-Bologna (31^g 17-18)

Presentazione di Crotone-Bologna (3…

Il Bologna, dopo il pareg...

Presentazione di Bologna-Roma (30^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Roma (30^g…

Si torna in campo, dopo l...

Presentazione di Lazio-Bologna (29^g 17-18)

Presentazione di Lazio-Bologna (29^…

Il Bologna è atteso dalla...

Prev Next

27^ giornata: Palermo-Bologna 0-0.

  • Scritto da Kennet27
Valutazione attuale:  / 3
ScarsoOttimo 

Tutto torna alla normalità.

Purtroppo la storia del Bologna è sempre la stessa: uno non può cominciare ad infuocarsi e a sognare grandi cose, che ecco che i nostri riescono come sempre a steccare e farci innervosire. Dopo il risultato con la juventus poteva essere il momento giusto per lanciarsi nell'Europa che conta, ed invece niente: arriviamo in casa di una squadra di rango inferiore e ci limitiamo ad un pareggio, risultato che ovviamente vale come una sconfitta. Non c'è niente da fare purtroppo, non riusciamo a fare il salto di qualità.

E' quindi così buono il lavoro fatto da Corvino? Alla luce di questa situazione, il dubbio è giusto porlo ed è giusto rifletterci. Perchè giocatori che sarebbero dovuti essere il valore aggiunto non rendono (Destro? Giaccherini? Fenomeni che non riescono a segnare al Palermo?) e non fanno la differenza quando serve. E poi è giusto parlare del mister. Ok grande persona, ottimo professionista, sicuramente artefice dell'exploit che ci ha portato nella parte sinistra della classifica, ma sarà un caso ma da quando a lui si accostano voci di interesse di grandi club, improvvisamente non è più lo stesso.

Nelle interviste, in campo, probabilmente anche in allenamento, si vede che non ha più lo stesso piglio di prima ed allora chiedersi se ne abbia ancora voglia è lecito. Poichè se non ne ha voglia, basta allontanarlo. Richiamando magari Rossi o affidando la panchina di una squadra che ormai è rodata e con meccanismi consolidati, ad un professionista con a cuore il Bologna (io proporrei Colomba). Comunque ci sarà modo per Saputo di pensare a tutto questo, ovviamente quando riuscirà a tornare da queste parti (prima c'è il Montreal...e allora anche qui qualche riflessione va fatta. Nel senso che essere la seconda scelta non piace a nessuno). Ma su, andiamo in cronaca.

Ventisettesima giornata di Serie A, nell'anticipo delle 12.30 (orario ottimo) va in scena al Barbera di Palermo la sfida tra i rosanero padroni di casa ed i rossoblu. Donadoni (se e quando non ha il Milan in testa) decide di rivoluzionare la formazione passando alla doppia punta: Mirante tra i pali, difesa con Gastaldello e Maietta centrali, Mbaye e Masina sugli esterni. Centrocampo in mano a Diawara con Donsah e Taider a supporto, Giaccherini a svariare dietro la coppia Floccari-Destro.

Non so voi ma avrei molto da ridire anche qui: il fatto che giochi Maietta è una chiara bocciatura al lavoro di Corvino, Mbaye non si capisce perchè debba giocare, così come Diawara (che tanto è già palesemente del Bayern Monaco) non so con quale testa possa applicarsi ad una squadra di medio-bassa classifica. Poi su Giaccherini (che stranamente da quando si parla di riscatto dal Sunderland non segna più) ci sarebbe molto da ridire. Ma andiamo avanti. Il Palermo dopo la batosta di Roma cerca il riscatto e si affida a Gilardino in avanti, nostra vecchia conoscenza assieme a Maresca.

Inizia la gara ed il Palermo ci schiaccia immediatamente, mettendo bene in chiaro chi ha voglia di giocare e chi no. Il forte vento la fa sicuramente da padrone, ma non c'è dubbio che i rosanero partano con un piglio diverso rispetto ad una squadra piuttosto svogliata. I padroni di casa impegnano Mirante (graziato due volte per fuorigioco millimetrici) in diverse occasioni, i nostri invece cercano di farsi vedere in avanti ma sia Destro che Giaccherini sono piuttosto imprecisi e non riescono a segnare la rete del dovuto vantaggio. Floccari regala solo una gran giocata alla mezz'ora (ma fine a se stessa considerato che non trova il gol) e poi continua a pascolare in campo. Finisce il primo tempo con una punizione pericolosa del Palermo, ma il risultato rimane a reti invariate. Partita noiosa.

Ricomincia il match e Destro si conferma grande bluff sprecando un'occasione clamorosa a tu per tu con Posavec (può essere un portiere uno con 'sto nome?). Corvino ci deve rendere conto. Ne approfitta così il Palermo che nei minuti successivi impegna prima Mirante con Vazquez e poi, sempre con lo stesso giocatore, sfiora il gol del vantaggio mandando di poco a lato. Donadoni si ricorda di non essere a Milanello e così fa due cambi: fuori Masina per lo svincolato Constant (rendiamoci conto) e dentro Brienza (ottuagenario) per Floccari (palesemente bocciato dal mister).

I cambi sembrano svegliare il Bologna che potrebbe andare in vantaggio con quattro grandi occasioni che Destro e Giaccherini non riescono a sfruttare perchè per loro la porta dovrebbe essere alta almeno 4 metri. Non vorrei sembrare esagerato, ma sicuramente un Cacia ed un Improta avrebbero trovato il gol. Le occasioni sprecate alla fine addormentano un po' il match e così accade praticamente nulla, a parte ovviamente Diawara che si fa ammonire (tanto la sua testa è già alla super sfida col Borussia Dortmund in Bundesliga).

Finisce così con un misero 0 a 0 che serve poco al Palermo e serve a noi per ricordarci che non possiamo sognare, che siamo una squadra scarsa e che comunque il signor Saputo anzichè starsene in Canada e venire solo con la juventus (la cena con Agnelli poteva risparmiarsela), potrebbe dimostrare più attaccamento al club e alla città restando un po' più vicino a questo patrimonio. Che Guaraldi avrà avuto tanti difetti ma non è mai mancato ai match del Bologna.
Ecco.

...no vabbe'. Scusate. Non ce la faccio più. In un momento di indagine psicologica ho deciso di scrivere l'articolo con gli occhi dei gufi che vedono un mezzo passo falso del Bologna come un modo per creare polemica e buttare depressione su un ambiente che ha voglia di essere carico.

Bella roba eh? Sicuramente contro il Palermo ci si poteva aspettare di più, ma considerato clima e situazione, tutto sommato un punto è ottimo e ci permette di starcene bellamente a galla. Certo, sicuramente abbiamo sbagliato tanto sotto porta, ma la cosa importante secondo me è avere occasioni da rete (poichè significa che produci), e se a volte non entrano amen. Destro io comunque me lo tengo bello stretto. E Donadoni? No be', considerato che ora tutti hanno scoperto Roberto Donadoni e cominciano a volare le voci di un suo interesse per andarsene, volevo essere un po' fetecchioso.

Il mister è bello carico e continua a fare il suo ottimo lavoro qui. E poi voglio dire: a meno che non voglia provare legittimamente avventure in altri paesi, chi glielo fa fare di abbandonare un club al cui vertice c'è uno degli uomini più ricchi del mondo? Be', io non lo farei manco dopo 4 bocce di grappa. Fate voi.

Insomma, alla fine la morale è: teniamoci buono il punto e vinciamo domenica con il Carpi. Chiudiamo la questione salvezza e poi tutto quel che viene è oro colato.
E comunque non è vero che ho voluto scrivere io l'articolo gufantistico. Me lo ha detto il Potente Sam, lui si diverte a sconcertare le persone.

FORZA BOLOGNA!!


Kennet27

Non hai i privilegi per visualizzare o postare commenti.

Loghi e marchi nel sito sono dei rispettivi proprietari. Se ritenete che sia stato violato il Vs. Copyright, segnalatelo e, effettuate le necessarie verifiche, si provvedera' alla rimozione del materiale. Il Federossoblu non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza una periodicita' prestabilita. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies.

Privacy Policy