Menu
Presentazione di Verona-Bologna (13g 17-18)

Presentazione di Verona-Bologna (13…

Il Bologna è atteso del p...

Presentazione di Bologna-Crotone (12^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Crotone (1…

Arriva il Crotone, dopo l...

I convocati per Roma-Bologna

I convocati per Roma-Bologna

Per l'incontro di domani ...

Presentazione di Roma-Bologna (11^g 17-18)

Presentazione di Roma-Bologna (11^g…

Prima la Lazio in casa po...

I convocati per Bologna-Lazio.

I convocati per Bologna-Lazio.

Per l'incontro di domani ...

Presentazione di Bologna-Lazio (10^g 17-18)

Presentazione di Bologna-Lazio (10^…

Arriva la Lazio al Dall'A...

I convocati per Atalanta-Bologna.

I convocati per Atalanta-Bologna.

Per l'incontro di domani ...

Presentazione di Atalanta-Bologna (9^g 17-18)

Presentazione di Atalanta-Bologna (…

C’è l’Atalanta sul cammin...

I convocati per Bologna-Spal.

I convocati per Bologna-Spal.

Per la gara di domani con...

Comunicato di Joey Saputo.

Comunicato di Joey Saputo.

Le parole del Presidente ...

Prev Next

Televideo, pagina 210, Bologna*.

  • Scritto da jacquesdemolay
Valutazione attuale:  / 9
ScarsoOttimo 

Un punto di penalizzazione.


Bologna, un punto di penalizzazione, ricorda l'asterisco.  Alla fine è accaduto quello che davvero nessuno si aspettava. Questo è il primo COLPO post retrocessione di un presidente che appena tre giorni fa recitava il mea culpa davanti a tutti i rappresentanti della tifoseria (associazioni, ultras, club, su un piano per forza inclinato e grossolano, perché le prime sono SOCI, gli altri – serissimi, ma non è questo il punto - no), si dimostrava sinceramente dispiaciuto e rilanciava un "progetto interessante" per risalire immediatamente in serie A. E perché no, vincere l'Europa League l'anno dopo o già a Natale (tanto vale tutto). L'Al Pacino della Motor Valley.

Sfiancante ripetere l'interminabile elenco di orrori, le bugie e l'orgoglio con cui si è perseverato ai 200 km/h contro un muro. Triste, anzi, meschino, approfittare del buon cuore dimostrato dai tifosi incontrati (Sedotti? Raggirati?), colpevoli solo di troppo amore. Ma in buona fede commettiamo errori e per amore ci fidanziamo con le persone sbagliate, facendoci trattare a pesci in faccia fintanto che la goccia non fa traboccare il vaso – o un amico non ci dà due ceffoni. È successo a tutti, è successo a me e non biasimo chi ha incontrato il presidente in questi giorni, perché probabilmente, per amore del Bologna, avrei accettato anche io.

Di fatto, oggi, a due settimane dalla retrocessione, il Bologna si presenta ai nastri di partenza del campionato di serie B con un brutto neo, lo stesso che ha condannato alla damnatio memoriae Porcedda, quello dal quale Guaraldi ci ha (avrebbe?) salvato. Ed è, con lampante tempismo, già ultimo.

E la colpa questa volta di chi è? Di Ramirez no, è al Southampton, quella squadretta di medio alta classifica della Premier inglese, e magari ai Mondiali con l'Uruguay. Di Portanova e di Gilardino, che hanno riscosso lo stipendio? Di Pedrelli, di Setti o di Bagni? O di Preziosi che non ha rispettato il gentleman agreement? Del paracadute di Sky che non si è aperto? Qualcuno sussurra che la responsabilità sia lo scarso professionalism di un oscuro club cinese, ma altri giurano che stavolta sia colpa della curva, anzi di Futuro rossoblu, anzi di Zanetti e un po' di Grillo e di Diamanti.

Manca sempre la reale e piena attribuzione di responsabilità al protagonista, quello che per due anni è stato tutti i giorni sui giornali – beneficiando di questo – con la favola dei 51 punti, la novella del vinello buono e il fantasy del progetto tecnico "per portare stabilmente il Bologna fra il sesto e il nono/decimo posto" (questa l'avete dimenticata?). Quello che ora, invece di ripianare ai suoi errori e regalare quel bene speciale e quasi pubblico ("Bologna è un brand", spiegavano in settimana i luminari) facendo cento passi indietro, prende tempo, bluffa, rilancia.

Dicono che l’indole delle persone non cambi. Dicono che per fare calcio ad alti livelli occorrono soldi e abilità (infatti, non è per tutti). Se mancano i primi ci vuole la seconda. Partiamo da qui? Quali sono stati i risultati conseguiti nel triennio da questa società? Nella vostra risposta c'è l'unica opinione possibile. Sbranarsi fra noi può solo aggiungere rancore, rabbia e tristezza a un cielo tanto fosco e freddo quanto – si, poveri noi - annunciato da tempo dalle nuvole.


JDM

Non hai i privilegi per visualizzare o postare commenti.

Loghi e marchi nel sito sono dei rispettivi proprietari. Se ritenete che sia stato violato il Vs. Copyright, segnalatelo e, effettuate le necessarie verifiche, si provvedera' alla rimozione del materiale. Il Federossoblu non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza una periodicita' prestabilita. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies.

Privacy Policy