Menu
Ufficiale: Juwara al Boavista.

Ufficiale: Juwara al Boavista.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Giovanili: preso Viviani.

Giovanili: preso Viviani.

Il Bologna ha preso in pr...

Giovanili: preso Karlsson.

Giovanili: preso Karlsson.

Per le giovanili il Bolog...

Ufficiale: Bani al Genoa.

Ufficiale: Bani al Genoa.

Il Bologna ha ceduto il d...

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Ufficiale: Donsah al Rizespor.

Il Bologna ha ceduto il c...

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Ufficiale: Cossalter al Ravenna.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Ufficiale: Hickey al Bologna.

Il Bologna ha comunicato ...

Ufficiale: Cangiano all'Ascoli.

Ufficiale: Cangiano all'Ascoli.

Il Bologna ha ceduto l'at...

Ufficiale: Corbo all'Ascoli.

Ufficiale: Corbo all'Ascoli.

Il Bologna ha ceduto il d...

Ufficiale: Santurro al Catania.

Ufficiale: Santurro al Catania.

Il Bologna ha ceduto il p...

Prev Next

Fuori gioco (la mia vita con l'alcol)

  • Scritto da roberto
Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Di Tony Adams con Ian Ridley, Baldini & Castaldi, Milano, 2001, pagg. 382

 

Il titolo originale “Adicted” traducibile con Tossico, rende maggiormente l’idea di questo libro rispetto a quello dell’edizione italiana.
E' la storia di Tony Adams, bandiera di Arsenal e nazionale inglese (quasi 500 e 60 partite con le due maglie) e della sua tossicodipendenza. Egli assume con la “testa da tossico”, per più di un decennio, due droghe l’alcol e il calcio.
E’ questo un bel libro, inglese nel sentire, sulla dipendenza, in senso ampio e sincero. Una necessità assolutamente dirompente di “farsi” e di manipolare ogni cosa per il proprio scopo. Il libro rappresenta la voglia e l’urgenza di affrontare e dichiarare emozioni, pensieri e paure che per un decennio sono stati tenuti nascosti, pensando di riuscire a gestire il tutto.
Tra le altre cose troviamo ad ogni modo l’attaccamento alla propria squadra e al proprio lavoro. I soldi e gli ingaggi sono un aspetto assolutamente marginale della carriera, quello che conta è poter “giocare” sempre e in ogni modo.
Ci conferma però la convinzione che il bere è un’arte che si lega alla qualità della vita e alle sue cose belle e almeno per questo gli isolani albionici dediti all’abbrutimento potrebbero guardar con minor alterigia a noi latini.
Poi per chi volesse approfondire il rapporto tra alcol e letteratura vi segnalo un libro imperdibile: “John Barleycorn” di Jack London, un tempo edito da Guanda.
Buona lettura.

 

Non hai i privilegi per visualizzare o postare commenti.

Loghi e marchi nel sito sono dei rispettivi proprietari. Se ritenete che sia stato violato il Vs. Copyright, segnalatelo e, effettuate le necessarie verifiche, si provvedera' alla rimozione del materiale. Il Federossoblu non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza una periodicita' prestabilita. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies.

Privacy Policy